Chiesa della Santissima Annunziata – Castel Viscardo (TR)

La chiesa è situata fuori dal Castello di Castel Viscardo in quanto il nucleo originale dello stesso non permetteva altre costruzioni in quanto posto sul ciglio di una rupe affacciata sulla valle del fiume Paglia, a ridosso dell’altopiano dell’Alfina.

 

Cenni Storici

La Chiesa della Santissima Annunziata si trova fuori dalla rocca di Castel Viscardo, nei pressi del vecchio tempio dedicato a Santa Caterina e Santa Maria, lungo l’asse che conduce al portale d’ingresso del Castello dei Principi Spada in Castel Viscardo.
I lavori di edificazione iniziarono il 20 dicembre 1672, in stile tardo barocco, per iniziativa del Marchese Orazio Spada su progetto dell’Architetto Giuseppe Brusati Arcucci, molto probabilmente figlio adottivo di Camillo Arcucci, utilizzati entrambi dalla famiglia Spada per i lavori romani.
Altri architetti si susseguirono durante le fasi costruttive dell’edificio di culto, tra cui M. Pioselli e T. Mattei.
La costruzione è stata completata nel 1682, come risulta dall’epigrafe collocata in facciata, quest’ultima terminata da Bernardino Spada, figlio di Orazio, solo nel 1688.
I materiali impiegati nella costruzione (il mattone e la pietra di “Bagnorea”, ossia la pietra vulcanica estratta dalle vicine cave) rappresentano un forte indice di connotazione territoriale.
 

Aspetto esterno

La facciata esterna, interamente realizzata in mattoni e dalle linee rigorose messe in evidenza dalle paraste in pietra basaltica, riprende gli stili e la tipologia dell’epoca.
Il prospetto assume un forte slancio in altezza grazie alla suddivisione della facciata in tre elementi verticali ed alla disposizione su piani sfalsati degli stessi.
Verticalmente i due cornicioni modanati e molto sporgenti suddividono la facciata in tre sezioni, l’ultima delle quali, il frontone triangolare, poggia sul secondo cornicione aumentando la sensazione di slancio verticale del prospetto.
Tutti gli elementi decorativi, quali paraste, portale, cornici e rosone, sono realizzati in pietra basaltica.
 

Interno

L’edificio è costituito da un’unica navata, coperta da una volta a botte lunettata sulla quale trovano luogo quattro grandi finestre laterali.
Le pareti sono suddivise in quattro cappelle laterali, due per ogni lato, arricchite da dipinti di Carlo Maratta (1683-84), del tedesco Wernle, pittore al servizio degli Spada, e del Bernabei di Perugia, all’interno delle quali sono custoditi gli altari secondari, e due nicchie semicircolari contenenti i confessionali e i due pulpiti lignei.
Il presbiterio, a pianta quadrata, coperto con volta a crociera e realizzato in posizione rialzata rispetto allo sviluppo della navata, custodisce l’altare maggiore realizzato in marmi policromi ed arricchito dalla pala dedicata alla SS. Annunziata, realizzata dal pittore senese N. Tornioli nel 1683.
Sopra la porta di ingresso ed addossata alla controfacciata, si trova una cantoria lignea con balaustra decorata con temi musicali.
Conserva un Crocifisso in avorio di fine Seicento, regalato da Luigi XIV a un cardinale della famiglia Spada residente a Parigi.
Un altro membro degli Spada, Francesco, ufficiale al servizio dei Veneziani, conquistò agli Ottomani uno stendardo custodito anch’esso nella chiesa parrocchiale.
 

Nota

La galleria fotografica ed il testo sono stati realizzati da Silvio Sorcini.
 

Fonti documentative

Castel Viscardo … dove la natura è arte Pro Loco Castel Viscardo (1990)
Il territorio di Castel Viscardo tra archeologia, storia, natura e tradizioni Nicoletta Mezzetti, Orietta Rossi (a cura di) (2004)
Musei in Umbria Percorso museale del laterizio e delle terrecotte Regione Umbria (2008)
I sindaci di Castel Viscardo: Storia di una amministrazione (1860-2009) Luca Giuliani (2008)
Nel mio piccolo… : Il Castello di Viscardo e le sue fornaci Luca Giuliani (2009)
Santa Rufina: da chiesa rurale a podere di campagna in “Bollettino dell’Istituto Storico Artistico Orvietano”, LXI-LXIV (2005-2008), pp. 179-194 Luca Giuliani (2011)
Le fornaci di Castel Viscardo tra la metà del XVI secolo e l’inizio del XVIII in “Proposte e ricerche”, 36/71 (2013), pp. 184-202 Luca Giuliani (2013)
Non di solo vino: Etichette librarie ad Orvieto (Piccola Biblioteca Orvietana, n. 21)

http://www.comune.castelviscardo.tr.it/zf/index.php/storia-comune

http://siusa.archivi.beniculturali.it/cgi-bin/pagina.pl?TipoPag=prodente&Chiave=45838

http://www.comitatolinguistico.com/it/luoghi-dellumbria-castel-viscardo/

https://it.wikipedia.org/wiki/Castel_Viscardo

http://www.chieseitaliane.chiesacattolica.it/chieseitaliane/

http://www.bellaumbria.net/it/castel-viscardo/

 

Da vedere nella zona

Castel Viscardo
Castello di Monterubiaglio
 

Mappa

Link alle coordinate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>