Chiesa dell’Annunziata – Baschi (TR)

La chiesa sorge poco lontano dall’abitato di Baschi.

 

Cenni storici

La costruzione della Chiesa dell’Annunziata risale al XIV secolo.
La chiesa fin dal XVII secolo è stata di proprietà privata, prima dei Baschi, poi dei Francisci, quindi dei Maioli e infine dei Bernardi, che l’hanno restituita al culto, ora (2017) però è inagibile.
Le pareti esterne sono in parte intonacate, il prospetto frontale e quello opposto, ed in parte murate in pietra locale a facciavista, i due prospetti laterali.
La parete sinistra è altresì caratterizzata dalla presenza di contrafforti in pietra e dal campanile a vela, mentre la facciata, a due spioventi, mostra un portale ligneo con cornice classica in pietra arenaria, recante la dedica alla “Dei Matri Annunciata“, sormontata da un timpano triangolare, affiancato da due finestre laterali, anch’esse incorniciate.
Il piccolo impianto campestre della Chiesa dell’Annunziata è costituito da un’unica navata, intonacata e tinteggiata, coperta a doppia falda, con il presbiterio rialzato di un gradino e terminante in un’abside quadrata voltata a botte ribassata; sul fondo della stessa abside, dietro l’altare in muratura, è conservato l’affresco che attribuisce il titolo alla chiesa e raffigurante l’Annunciazione, opera del pittore orvietano Piero di Puccio, è stato realizzato nel 1399.
Al tardo medioevo sono riconducibili anche le due acquasantiere presenti.
Il 25 marzo se ne celebra la festa con processione, è sede della società di mutuo soccorso “Pia Unione delle Figlie di Maria“.
 

Fonti documentative

Cartellonistica in loco
 

Nota

La galleria fotografica ed il testo sono stati realizzati da Silvio Sorcini.
 

Mappa

Link alle coordinate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>