Chiesa (Pieve) di Santa Maria Assunta di Verchiano – Foligno

La bella chiesa quattrocentesca è uno dei gioielli architettonici della montagna folignate e molto spesso è sede dei concerti della manifestazione Segni Barocchi.

 

Cenni Storici

La “Pieve di Verchiano” risale al periodo del 1300, la sua costruzione fu iniziata nei primi anni del 1100.
La Chiesa costituisce il primo nucleo di aggregazione del “Borgo di Verchiano”.
Secondo gli Statuti del Castello ( o quel che ne resta), alla chiesa di Santa Maria di Verchiano appartenevano 11 chiese:
apre la serie la Pieve di Verchiano con il pievano, un canonico, quattro confratelli e trentadue consorelle.
Seguono quindi:
Croce, con il solo rettore;
Curarci con il rettore, due confratelli e tre consorelle;
Percanestro con il rettore, un chierico, due confratelli e dieci consorelle;
Elci, con il rettore e tre consorelle;
S. Giovanni di Forcella, con il rettore e sette consorelle;
S. Croce di Forcella, con il rettore, un chierico, un confratello e nove consorelle;
S. Martino, con il rettore, due confratelli e dieci consorelle;
Acquapagana, con il rettore, un chierico, due confratelli e sedici consorelle;
Cornieto, con il rettore, quattro confratelli ed undici consorelle;
Popola, con il rettore, un confratello e diciannove consorelle.
Chiude la matricola delle parrocchiali un elenco di 24 chierici, di cui due religiosi, probabilmente monaci di S. Salvatore di Acquapagana.
Un totale di 177 confratelli, di cui: 39 chierici, 18 confratelli e 120 consorelle.
L’edificio è stato costruita in due fasi edilizie molto diverse: la metà sinistra in stile romanico, l’altra metà è stata edificata molto più tardi; l’ampliamento si è compiuto con l’elevazione della torre campanaria.
La chiesa rappresentava oltre al luogo di culto, anche un centro di unione sociale, in quanto vi si tenevano le riunioni degli amministratori del luogo.
La disposizione degli altari nei secoli ha subito diverse variazioni, fino ad arrivare ad un massimo di 8 tra il XVI e il XVII secolo.
La pieve di S.Maria Assunta di Verchiano in questo periodo comprende ben 48 chiese (secolo XIV)
La chiesa parrocchiale di S. Maria Assunta, intorno alla metà del XIV secolo, diventò sede di una confraternita di laici che accolse membri da tutta vicaria ( cioè dai vicini borghi le cui chiese dipendevano dalla chiesa di S. Maria Assunta )a tale confraternita, secondo l’uso del tempo, si deve la fondazione di un ospedale all’interno del paese (secolo XIV).
Ampliamenti della chiesa e del campanile risalgono alla prima metà del XVII secolo ad opera dell’architetto Lorenzo Salvati di Foligno, mentre i lavori furono eseguiti dai maestri Comacini Francesco Catanaccio e Biaggio di Paolo.
Da un inventario redatto il 14 Marzo 1690, si traggono alcune notizie sulle famiglie di Verchiano; in quell’epoca si istituì’ la “ius patronati” per ogni altare, vale a dire un privilegio sull’altare che la famiglia pagava con il denaro o con la concessione di fondi rustici, in cambio della celebrazione di una certa somma di messe annue.
 

Interno

L’acquasantiera e il prezioso fonte battesimale sono datati 1604, commissionati dal pievano D. Antonio Ricci.
Dietro all’altare maggiore c’è una pittura dell’Assunta il cui autore fu Andrea Generoli di origine Sabina, proveniva da Poggio Mirteto (Rieti).
Il quadro fu commissionato da Santa Sabini, secondo quanto riportato nel suo testamento del 1633.
 

Fonti documentative

Mario Sensi – Vita di pietà e vita civile di un altopiano tra Umbria e Marche (secc. XI-XVI) – 1984

http://www.amicimusicafoligno.it/

http://www.faustosavini.it/progetti/progetto_A1.php

 

Da vedere nella zona

Fonte monumentale dei Trinci
Santuario di San Salvatore
Eremo della Madonna del Sasso – San Martino
 

Mappa

Link alle coordinate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>