Chiesa di San Lorenzo in Nifili – Farnetta di Montecastrilli ( TR )

La chiesa appare sulla collina con la sua straordinaria bellezza. E’ chiusa sempre tranne che per la festa di San Lorenzo 9 e 10 di agosto.

 

Cenni Storici

Probabile trasformazione in chiesa cristiana di un tempio in antis romano, la notizia più antica su questa chiesa e risaie all’anno 1112.
II “Regesto dell’Abbazia di Farfa” pone la chiesa tra i luoghi pii donati in quell’anno dal conte Rapizzone degli Arnolfi alla Abbazia medesima.
La chiesa è situata lungo un importante diverticolo romano della Via Amerina che collegava Roma con Amelia, Todi ed il nord.
Questo percorso assunse una significativa rilevanza in epoca alto-medioevale a seguito del controllo longobardo della vicina Via Flaminia.
Nel XV secolo, fonti rinvenibili presso l’Archivio Storico Comunale di Todi, attestano la presenza presso la chiesa di un priore e quattro canonici: ciò fa supporre l’esistenza in loco di un struttura monastica e conventuale.
Nel XVIII secolo la chiesa ed i suoi beni patrimoniali risultano appartenenti alla parrocchia di Farnetta (Archivio Vescovile di Todì).
Nel 1985, a cura della Sovrintendenza per i Beni Culturali, Ambientali, Artistici e Storici dell’Umbria, sono stati effettuati lavori di consolidamento della fondazione e restauro del tetto.
 

Aspetto

Di piccole dimensioni, è costruita con blocchi di pietra di diversa grandezza, riutilizzando materiali di precedenti edifici romani.
In facciata presenta alcune pregevoli decorazioni floreali.
Una cornice in pietra corre lungo la base di entrambe le pareti laterali e per un breve tratto piega anche verso la facciata; probabilmente su essa si innesta la volta a botte della copertura interna.
L’interno è a navata unica con volta a botte, preceduta da un piccolo atrio, anch’esso voltato a botte, dove si notano tracce di affreschi.
Il passaggio tra l’atrio e la navata avviene attraverso un varco sovrastato da un arco a tutto sesto, definito da una decorazione di mattoncini posizionati a dente di sega. La zona del presbiterio, rialzata con due gradini, ospita l’altare a cippo, che ha un’iscrizione risalente all’anno mille.
L’abside è di forma semicircolare ed ha un semicatino superiore. La parete interna, opposta a quella dell’altare, presenta degli affreschi ancora in buono stato raffiguranti San Lorenzo ed il Buon Pastore.
Le pareti laterali sono caratterizzate da cornici di pietra di varie forme poste ad altezza diversa e presentano varie tracce di affreschi.
Nell’intonaco sono inoltre visibili segni di aperture rimaneggiate nel tempo.
La casa colonica, che un tempo inglobava parte della chiesa, è attualmente in rovina permettendo così la visione quasi completa della chiesa stessa.
Da diversi anni, per iniziativa della Parrocchia, il giorno 10 agosto, è stata ripristinata la tradizionale “Festa di san Lorenzo” con la celebrazione pomeridiana della Santa Messa cui seguono momenti conviviali e ricreativi.
 

Fonti documentative

Cartellonistica sul posto

http://it.wikipedia.org/

 

Informativa

La chiesa è visitabile il 9 e 10 agosto per i festeggiamenti di San Lorenzo o prenotando alla pro-loco di Montecastrilli.
 

Da vedere nella zona

Foresta Fossile di Dunarobba
Castello di Dunarobba
Castello di Farnetta
Castello di Montecastrilli
Chiesa di Santa Vittorina
 

Mappa

Link alle coordinate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>